Classificazione dei fitofarmaci
In base alla loro attività

News 06 feb 2020

I fitofarmaci, o prodotti fitosanitari, vengono ampiamente utilizzati in agricoltura per affrontare svariate problematiche relative alle coltivazioni.
Il loro ruolo è determinante e le funzioni che svolgono sono molteplici. Basti citare l’azione difensiva e protettiva dai parassiti, dagli agenti patogeni e dalle piante infestanti. Ma non solo: possono anche favorire o regolare i processi vitali dei vegetali e contribuire alla loro conservazione, come fanno, ad esempio, gli anti-germoglianti della patata.

Esistono molti tipi di fitofarmaci in commercio e vengono normalmente classificati in base alla loro attività.
Avremo dunque prodotti fitosanitari antiparassitari, diserbanti, fitoregolatori, fisiofarmaci, repellenti, biotecnologici.

Antiparassitari
Questa è una categoria generica di fitofarmaci che ne comprende, a sua volta, molte, individuate sempre in base alla loro azione. Fra gli antiparassitari troviamo dunque:
• Insetticidi: prodotti impiegati per la lotta contro gli insetti dannosi, come le mosche, le tignole, gli afidi, le cocciniglie, ecc.
• Acaricidi: prodotti impiegati per la lotta contro gli acari, come, ad esempio il ragnetto rosso e il ragnetto giallo.
• Fungicidi o anticrittogamici: prodotti impiegati per combattere le malattie delle piante causate da funghi o crittogame – peronospora, oidio, botrite, ecc.
• Nematocidi: prodotti impiegati per combattere i nematodi o anguillule.
• Limacidi o molluschicidi: prodotti impiegati per la lotta contro le limacce – senza guscio – e le chiocciole – con guscio.
• Rodenticidi: prodotti impiegati per la lotta contro i roditori – topi e ratti.

Diserbanti o erbicidi
Sono tutti quei preparati che svolgono azione di contenimento delle piante infestanti.

Fitoregolatori
Sono prodotti di sintesi, non nutritivi, che promuovono, inibiscono o comunque modificano determinati processi naturali delle piante. Si suddividono in più tipologie, in base all’azione sulla pianta.
• Alleganti, che favoriscono l’allegagione dei frutti.
• Nanizzanti, che limitano la crescita della pianta.
• Anticascola, che impediscono la caduta dei frutti.
• Diradanti, che favoriscono il diradamento dei frutti.

Fisiofarmaci
I fisiofarmaci sono prodotti in grado di prevenire o curare le fisiopatie. Alcuni esempi di fisiopatie sono la carenza o l’eccessiva disponibilità di elementi nutritivi ed i ristagni idrici.

Repellenti
I repellenti sono tutti quei prodotti che per le loro caratteristiche specifiche di odore, colore e sapore sono in grado di tenere lontani i parassiti dalle piante da proteggere.

Biotecnologici
I biotecnologici sono prodotti derivanti dall’utilizzazione integrata di biochimica, microbiologia e ingegneria. Stiamo parlando di bioinsetticidi, bioacaricidi, biofungicidi, feromoni, regolatori di sviluppo.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
pitagora@studiopitagora.net