Modalità e meccanismi di azione dei fitofarmaci
Tutte le informazioni

I prodotti fitosanitari, in relazione ai rapporti che si stabiliscono con la pianta su cui devono agire, si classificano in diverse categorie:
• di copertura: il prodotto si deposita sulla superficie del vegetale e non è in grado di penetrare al suo interno, pertanto non è in grado di proteggere la vegetazione che si sviluppa dopo l’esecuzione del trattamento;
• citotropici: penetrano superficialmente nei tessuti vegetali con i quali vengono in contatto;
• translaminari: penetrano più profondamente nei tessuti e nelle foglie riuscendo a raggiungere la lamina fogliare opposta a quella di penetrazione;
• sistemici: assorbiti dalla pianta si muovono in essa attraverso il sistema linfatico ascendente e/o discendente.


Le modalità di azione dei fitofarmaci


Fungicidi e battericidi
Questi prodotti fitosanitari possono avere diverse modalità di azione:
• azione preventiva: prevengono l’attacco parassitario – fungino e/o batterico – impedendo la germinazione di spore e conidi;
• azione curativa: consentono di combattere la malattia durante il suo periodo di incubazione, arrestandone il processo di sviluppo ed evitando la comparsa dei sintomi. Possiedono prevalentemente questa caratteristica i prodotti citotropici e i prodotti sistemici;
• azione eradicante: bloccano la malattia fungina in uno stadio anche avanzato. In questo caso il prodotto deve possedere una certa capacità di penetrazione nella pianta.

Insetticidi, acaricidi, molluschicidi e rodenticidi
Questi prodotti possono agire in diversi modi:
• azione per contatto: si esplica sia per contatto diretto sui fitofagi –parassiti animali delle piante – al momento del trattamento, sia per contatto fra la superficie vegetale trattata e il corpo dei medesimi;
• azione per ingestione: causa la morte dei fitofagi per ingestione di parti di vegetali contenenti una sufficiente quantità di prodotto distribuito con il trattamento;
• azione per asfissia: provoca la morte dei fitofagi che assumono attraverso le vie respiratorie una quantità sufficiente di prodotto fitosanitario allo stato gassoso.

Diserbanti
In base alla loro azione, possono essere così suddivisi:
• di contatto: agiscono prevalentemente disseccando le parti verdi delle piante infestanti irrorate;
• di traslocazione: svolgono la loro azione all’interno della pianta entrando nel circolo linfatico; l’assorbimento può avvenire attraverso le foglie o le radici;
• residuale o antigerminello: venendo applicati sul terreno, solitamente nel periodo di pre-semina o pre-trapianto, i diserbanti si distribuiscono nello strato superficiale dove persistono per un tempo più o meno lungo. La loro azione viene svolta per assorbimento della sostanza chimica da parte dei semi in germinazione e dalle radici delle giovani plantule.

Quali sono i meccanismi di azione dei fitofarmaci sui parassiti?
I prodotti fitosanitari possono agire in molte maniere sui parassiti, in base alla loro natura.
Alcuni possono interferire sulla respirazione, sull’attività enzimatica, a livello della struttura delle cellule e a livello della sintesi delle proteine.
Altri possono avere:
• un’azione caustica, agendo sulla consistenza dello scheletro;
• un’azione asfittica, provocando un’occlusione delle aperture tracheali;
• un’azione neurotossica – sul sistema nervoso;
• un’azione ormonale – induzione di infecondità nelle femmine, sterilità dei maschi, attrazione sessuale, interferenze sulla metamorfosi e sullo sviluppo;
• un’azione fago-deterrente – inibitrice della nutrizione;
• un’azione repellente;
• un’azione induttiva di malattie

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
pitagora@studiopitagora.net