Normative e incentivi
Sulla sicurezza sul lavoro

Sicurezza 10 dic 2019

In Italia la sicurezza sul lavoro è normata dal DLgs. 81/08, detto Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro.
La legge stabilisce regole, procedure e misure preventive da adottare per rendere sicuri i luoghi di lavoro. L’obiettivo è quello di evitare o ridurre al minimo l’esposizione dei lavoratori ai rischi legati all’attività lavorativa, per evitare infortuni o incidenti o di contrarre una malattia professionale.
La sicurezza sul lavoro è responsabilità del datore di lavoro; dipendenti e collaboratori sono tenuti ad adottare un comportamento consono alla struttura in cui si trovano, alla mansione loro affidata e a tutte le norme di sicurezza relative.
Il luogo di lavoro deve essere dotato di accorgimenti e strumenti volti alla prevenzione e protezione dai rischi e deve esistere un’attività di prevenzione adeguata ai possibili rischi in azienda, precedentemente valutati con il DVR – Documento Valutazione Rischi.

Gli incentivi
Vista la centralità che occupa la tematica della sicurezza sul lavoro, la legge prevede anche delle forme di incentivo per chi apporta miglioramenti dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
INAIL – Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, ad esempio, attraverso il Bando ISI ed il Bando Fipit, finanzia le imprese che decidano di investire in questo ambito.
Il Bando ISI INAIL 2019 prevede dei finanziamenti a fondo perduto destinati a tutte le attività che vogliano realizzare nuovi progetti dedicati al miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori. Il bando di quest’anno prevede anche un’area specifica per la bonifica da amianto.

Questo bando prevede l’assegnazione di un contributo a fondo perduto per la copertura dei costi fino ad un massimo del 65% delle spese ammesse.
Gli interventi presi in considerazione per l’assegnazione del contributo sono i seguenti:
• Progetti di investimento;
• Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
• Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
• Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.

Il contributo viene erogato alle imprese positivamente posizionatesi nella graduatoria regionale, a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto.

Con il contributo Fipit, invece, INAIL finanzia le piccole e micro imprese operanti nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, dell’estrazione e della lavorazione dei materiali lapidei, per la realizzazione di progetti di innovazione tecnologica, mirati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
pitagora@studiopitagora.net