Nuova disciplina UE sull’etichettatura delle prese di ricarica per veicoli elettrici

Il 20 marzo 2021 è entrata in vigore su tutto il territorio comunitario la nuova disciplina sull’etichettatura obbligatoria per i veicoli elettrici e le colonnine di ricarica.

Facendo riferimento alla Norma EN 17186:2019 e in ottemperanza all’art. 7 della Direttiva DAFI, la Commissione ha incaricato il Comitato Europeo di Normazione (CEN) di sviluppare un apposito standard sull’etichettatura armonizzata dei vari tipi di ricarica elettrica disponibili oggi sul mercato UE, compresi i veicoli prodotti in UE e destinati al mercato britannico.

Il provvedimento prevede che le etichette siano applicate sui nuovi mezzi con la spina, quali ciclomotori, motocicli, tricicli e quadricicli, automobili, autobus e veicoli commerciali leggeri e pesanti, immessi sul mercato o immatricolati a partire dal 20 marzo 2021; tale condizione si applica anche alle stazioni di ricarica.

La sagoma delle etichette sarà rappresentata da un esagono, mentre l’identificazione del tipo di ricarica avverrà tramite una lettera identificativa e uno schema a colori: bianco/argento su sfondo nero e contorno bianco/argento sugli elementi del lato veicolo; nero su sfondo bianco/argento e contorno nero sugli elementi del lato stazione di ricarica.

Sui veicoli le etichette si troveranno in prossimità del connettore fisso del veicolo e sul connettore mobile per la ricarica (anche nel caso di cavi di ricarica removibili), nonché nel manuale d’uso e manutenzione. Per quanto riguarda invece le stazioni di ricarica, le etichette potranno essere apposte o in corrispondenza della presa di corrente o nel vano dove è riposto il connettore per la ricarica del veicolo.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
pitagora@studiopitagora.net