Sostanze chimiche pericolose: la nuova direttiva UE per la protezione dei lavoratori

Lo scorso 9 marzo il Consiglio dell’Unione Europea ha pubblicato la Direttiva UE 2022/431, in sostituzione precedente Direttiva 2004/37/Ce, in merito alla protezione dei lavoratori dai rischi derivanti dall'esposizione a sostanze cancerogene e mutagene (pubblicata in GUCE del 16 marzo 2022, n. 88).

La revisione punta a migliorare la protezione dei lavoratori fissando limiti di esposizione per l'acrilonitrile e i composti del nichel e abbassando gli attuali limiti per il benzene.

Secondo i dati della Commissione, infatti, oltre un milione di lavoratori è esposto all'acrilonitrile, ai composti del nichel e al benzene e nell'Unione europea ogni anno il 52% dei decessi legati a un'attività professionale è dovuto al cancro.

La direttiva offrirà inoltre una maggiore protezione contro le sostanze reprotossiche, sostanze chimiche che possono cioè interferire con il sistema riproduttivo umano.

In base alla direttiva riveduta, la Commissione è stata incaricata di presentare, entro il 31 dicembre 2022, un piano d'azione per stabilire valori limite di esposizione professionale nuovi o riveduti per almeno 25 sostanze, gruppi di sostanze o sostanze generate durante i processi e di presentare proposte legislative, se del caso.

A partire da quella data, gli Stati membri disporranno di due anni dall'adozione odierna per conformarsi alle modifiche concordate.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
pitagora@studiopitagora.net